top of page
  • Immagine del redattoreAISI

Bambini in sovrappeso: che ruolo hanno i genitori?

Se il sovrappeso è in diminuzione tra i bambini italiani non calano invece i dati relativi all’obesità, che rimangono stabili dal 2008. La dottoressa Nardone responsabile di OKkio alla salute, sistema di sorveglianza nutrizionale italiano, ci ha spiegato i motivi e le strategie per migliorare la situazione, partendo proprio dalle abitudini familiari.


Sedentari e con cattive abitudini alimentari, è questa l’immagine di una parte dei bambini di età compresa tra gli 8 e i 9 anni, del Bel Paese che l’osservatorio dell’Istituto Superiore della Sanità, OKkio alla Salute, rileva ormai da diversi anni. Nonostante ciò c'è una buona notizia: è migliorata, rispetto all'ultima rilevazione avvenuta 3 anni fa, la percentuale di bambini in sovrappeso, che ad oggi risultano essere il 19%. 


I dati riguardo l'obesità, invece, sono rimasti stabili, e la causa sarebbe da ritrovare nelle cattive abitudini alimentati dei più piccoli. 2 bimbi su 5 non fanno colazione al mattino, concedendosi spesso una merenda di metà mattina troppo abbondante, il 37% di loro mangia i legumi meno di una volta a settimana e 1 bimbo su 4 beve ogni giorno una bibita zuccherata o gassata.


Tra i dati positivi, che il lockdown ha portato con sé, invece, c'è la tendenza dei giovani a mangiare in famiglia nel 39% dei casi e nel 42% cibi cucinati proprio insieme ai genitori.


Tra nord e sud d'Italia si registrano differenze sostanziali nel peso dei bambini, dai dati emersi risulta che a Bolzano ci sono le percentuali più basse di sovrappeso (12%) e obesità (3.3%), mentre in Campania le percentuali più alte.


Ci siamo fatti spiegare il perché dalla dottoressa Paola Nardone, ricercatrice e responsabile scientifica del sistema di sorveglianza nazionale OKkio alla salute, promosso nel 2007 dal Ministero della Salute con un focus specifico sul sovrappeso e sull’obesità dei bambini, che indaga attraverso la rilevazione diretta di peso, statura e stili di vita connessi allo stato nutrizionale del bambino.


Qual è la differenza tra sovrappeso e obesità nei bambini? 

La differenza tra sovrappeso e obesità nei bambini viene stimata applicando a peso e altezza dei piccoli pazienti dei criteri dell’International Obesity Task Force.

Per il 2023 abbiamo registrato il 19% di bambini e bambine in sovrappeso, mentre nel 9.8% di loro abbiamo riscontrato obesità e per il 2.6% grave obesità.


Come mai si registra una differenza nel peso dei bambini tra nord e sud d'Italia?


La differenza tra nord e sud è evidente, se a Bolzano ci sono le percentuali più basse di sovrappeso (12%) e obesità (3.3%), in Campania si registrano, invece, le percentuali più alte.


I motivi, che possiamo ipotizzare, sono diversi: innanzitutto potrebbe esserci una diversa disponibilità di risorse, una diversa situazione socio-economica, contesti di vita differenti e fattori ambientali e culturali differenti, tra nord e sud d'Italia. Tutto questo induce anche a guardare in maniera diversa alla forma del corpo dei bambini.


REDAZIONE AISI






0 visualizzazioni0 commenti

Opmerkingen


bottom of page