Categorie
Press Area

Caro-bollette.

Caro-bollette.

AISI lancia un grido di allarme: “Duro colpo per gli ambulatori e gli studi medici”

Il Direttore Onesti: “Siamo molti preoccupati per la sostenibilità economica delle nostre aziende sanitarie. I nostri macchinari devono essere sempre funzionanti

Roma, 3 ottobre 2022L’Associazione delle Imprese Sanitarie IndipendentiAISI – che riunisce ambulatori mono e poli-specialistici, presidi sanitari residenziali e semi-residenziali e studi medici su tutto il territorio nazionale, lancia un appello alle Istituzioni, affinché vengano adottate quanto prima misure urgenti che garantiscano una continuità nell’erogazione delle prestazioni sanitarie e una copertura reale per fronteggiare il rincaro dei prezzi di energia elettrica e gas.

L’incremento esponenziale dei costi energetici sta mettendo a dura prova la sostenibilità economica delle aziende associate a AISI comportando, inevitabilmente, un aumento nei costi di gestione.

Lo sottolinea Giovanni Onesti, direttore generale di AISI: «I nostri ambulatori, gli studi medici privati e i presidi chirurgici associati sono in grave difficoltà, dovendo fronteggiare ingenti costi di gestione, anche per il gran numero di apparecchiature diagnostiche che lavorano a ciclo continuo, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le tac, le risonanze magnetiche, ad esempio, non possono essere mai spente. Anche le strutture con piscine riabilitative rischiano la chiusura a causa di costi di gestione degli impianti, ormai, insostenibili».

«Confidiamo – conclude il direttore Onesti – che il nuovo Governo, una volta insediato, intervenga tempestivamente per arginare gli aumenti delle bollette di gas ed energia elettrica. Volendo tutelare gli interessi delle diverse anime che sono associate ad AISI, siamo a disposizione per avviare un nuovo percorso di interlocuzione con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, le Regioni e gli Enti territoriali».

Direttore Generale
Dott. Giovanni Onesti

📱 349 453 1488 / ✉️ giovanni.onesti@associazioneisi.it

Categorie
Press Area

Parere di compatibilità col fabbisogno. Proroga dei termini.

Parere di compatibilità col fabbisogno. Proroga dei termini.

Legge regionale 3 marzo 2003, n. 4, art. 6

Vi ricordiamo che la Regione Lazio, in merito alla “Reintroduzione del parere di compatibilità col fabbisogno per le strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale”, ha deliberato che il termine finale di applicazione della disciplina transitoria, regolata con le note prot. n. 399510 del 22 aprile 2022 e prot. n. 404181 del 26 aprile 2022, è prorogato al 31 ottobre 2022.

Delle autorizzazioni rilasciate si terrà conto ai fini della determinazione del fabbisogno complessivo di assistenza in corso di determinazione.

Il direttore generale di AISI, Giovanni Onesti, è a disposizione per eventuali informazioni.

Direttore Generale
Dott. Giovanni Onesti

📱 349 453 1488 / ✉️ giovanni.onesti@associazioneisi.it

Categorie
Press Area

Parere di compatibilità col fabbisogno. Proroga dei termini.

Parere di compatibilità col fabbisogno. Proroga dei termini.

Rispetto a quanto anticipato con la nostra precedente comunicazione, la Regione Lazio, in merito alla “Reintroduzione del parere di compatibilità col fabbisogno per le strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale”, ha deliberato che il termine finale di applicazione della disciplina transitoria, regolata con le note prot. n. 399510 del 22 aprile 2022 e prot. n. 404181 del 26 aprile 2022, è prorogato al 31 ottobre 2022.

Delle autorizzazioni rilasciate si terrà conto ai fini della determinazione del fabbisogno complessivo di assistenza in corso di determinazione.

La presente disciplina transitoria verrà pubblicata prossimamente sul sito istituzionale della Regione Lazio.

Il direttore generale di AISI, Giovanni Onesti, a partire dal 30 agosto p.v., è a disposizione per eventuali informazioni.

Cordiali saluti

Direttore Generale
Dott. Giovanni Onesti

📱 349 453 1488 / ✉️ giovanni.onesti@associazioneisi.it

Categorie
Press Area

Avvio Tavolo di confronto permanente con l’Associazione di Iniziativa Parlamentare e Legislativa per la Salute e la Prevenzione

Avvio Tavolo di confronto permanente con l’Associazione di Iniziativa Parlamentare e Legislativa per la Salute e la Prevenzione

Il Presidente di AISI, Edoardo Calenda e il Senatore Antonio Tomassini, nonché Presidente dell’Associazione di Iniziativa Parlamentare e Legislativa per la Salute e la Prevenzione, hanno formalizzato una collaborazione che prevede l’avvio di un Tavolo di confronto permanente tra le due realtà associative.

La competenza acquisita dalle strutture ambulatoriali mono o poli-specialistici, dai Presidi sanitari residenziali o semi-residenziali e dagli studi medici associati ad AISI potrà garantire un contributo prezioso e qualificato all’elaborazione di provvedimenti nazionali che non possono non tener conto di tale know-how, anche per gli effetti che, inevitabilmente, ricadrebbero sulle attività delle stesse strutture che erogano prestazioni e servizi sanitari in regime privatistico.

In tal senso, l’Associazione di iniziativa parlamentare e Legislativa per la Salute e Prevenzione, presieduta dal Senatore Tomassini, non potrà che essere, invece, un portavoce autorevole degli interessi individuali e collettivi delle strutture associate ad AISI.

Categorie
Press Area

Convenzione Studio Manfroni Lepore

Convenzione Studio Manfroni Lepore

Lo Studio Manfroni Lepore è in grado di garantire alle associate AISI assistenza legale in molteplici ambiti giudiziari e stragiudiziali e nello specifico:

  • Assistenza in materia di diritto del lavoro, vertenze giudiziarie, conciliazioni stragiudiziali con assistenza sindacale, assistenza in procedimenti interni disciplinari, gestione del personale, contrattualistica collettiva di primo e secondo livello, predisposizione di regolamenti aziendali, assistenza in trattative collettive, cessioni d’azienda, affitti d’azienda, codice disciplinare, contratti d’appalto gestione personale
  • Assistenza in materia di diritto penale per gi amministratori, per i soci e per i dipendenti della società, nonché per la società stessa in caso di attivazione di procedimenti penali di responsabilità dell’ente ex d.lgs. 231 del 2001 sia in fase di indagine che in fase contenziosa. Indagini difensive.
  • Assistenza in materia di diritto amministrativo. Partecipazione a bandi di gara. Gestione di accesso agli atti amministrativi; gestione del contenzioso.
  • Assistenza in materia di diritto civile. Contrattualistica; gestione del contenzioso. Recupero dei crediti, accordi societari.”

Avv. Andrea Manfroni

cell.(+39) 347 3889284

Avv. Mirella Lepore

cell. (+39) 388 6425610

tel. (+39) 06 6636941

www.studiolegalemanfronilepore.it

Categorie
Press Area

Sunshine Act verso il sì definitivo

Sunshine Act verso il sì definitivo

Maggiore trasparenza tra gli operatori sanitari e le imprese produttrici

Il provvedimento noto come Sunshine Act, approvato in prima lettura dalla Camera dei deputati, riguardante “Disposizioni in materia di trasparenza dei rapporti tra le imprese produttrici, i soggetti che operano nel settore della salute e le organizzazioni sanitarie”, è prossimo alla sua approvazione definitiva.

Il DDL in questione punta a garantire la trasparenza nei rapporti che intercorrono tra le imprese produttrici di farmaci, strumenti, apparecchiature, beni e servizi, anche non sanitari e i soggetti che operano nel settore della salute, comprese le organizzazioni sanitarie.

Lo scopo dichiarato è quello di garantire la trasparenza, ma in sostanza, si tratta di un prezioso strumento che coniuga il contrasto ai conflitti di interesse e la prevenzione della corruzione, incrementando il livello di accountability degli operatori e delle strutture sanitarie.

Le imprese produttrici dovranno effettuare una comunicazione al Ministero della Salute qualora ricorra una delle seguenti condizioni:

– essere titolari di azioni o di quote del capitale della società, ovvero di obbligazioni dalla stessa emesse, iscritti per l’anno precedente, rispettivamente, nel libro dei soci o nel libro delle obbligazioni;

– aver percepito dalla società, nell’anno precedente, corrispettivi per la concessione di licenze per l’utilizzazione economica di diritti di proprietà industriale o intellettuale.

Verrà istituito poi, un registro pubblico telematico presso il sito istituzionale del Ministero della Salute, denominato “Sanità trasparente”, che sarà liberamente accessibile per la consultazione secondo gli standard degli open data e, in particolare, le comunicazioni saranno consultabili per cinque anni dalla data della pubblicazione sul registro.

Il Sunshine Act introduce, infine, un regime sanzionatorio a fronte dell’inadempimento dei neo introdotti obblighi di comunicazione, prevedendo diverse sanzioni amministrative di tipo pecuniario per l’impresa che omette di eseguire la comunicazione o di fornire informazioni incomplete.

Sunshine Act verso il sì definitivo

bertholdbrodersen / pixabay

Categorie
Aggiornamento Normativo Press Area

Domande di rilascio di parere di compatibilità.

Domande di rilascio di parere di compatibilità.

Le scadenze.

Categorie
Aggiornamento Normativo Press Area

Legge regionale 3 marzo 2003, n. 4, art. 6.

Legge regionale 3 marzo 2003, n. 4, art. 6.

Disposizioni transitorie.

Categorie
Press Area

La gestione del rischio clinico per gli ambulatori mono o polispecialistici, i laboratori di analisi, gli studi medici e dentistici. Dubbi e perplessità

La gestione del rischio clinico per gli ambulatori mono o polispecialistici, i laboratori di analisi, gli studi medici e dentistici. Dubbi e perplessità

Incontro con il Coordinatore del CRRC della Regione Lazio

Categorie
Press Area

Rassegna stampa AISI